Cibo, Restrizione Alimentare & Senso di Colpa

 

 

This image depicts a young woman who had taken a bite out of a green Granny Smith apple, and was holding up the fruit enabling the bitten aspect to be made visible to the viewer.

Il senso di colpa successivo all’aver mangiato troppo cibo incoraggia a rinnovare le promesse di sobrietà alimentare.

 

Sembra che le persone che si definiscono “a dieta” siano un gruppo complessivamente infelicedi solito infatti hanno un alto punteggio nelle scale di depressione e ansia e bassa autostima. Un nuovo studio fornisce un indizio sul perché.

Jessie de Witt Huberts ed i suoi colleghi hanno testato tre gruppi di studentesse e hanno identificato la categoria dei restrained eaters, cioè coloro che più spesso sono a dieta e che si preoccupano costantemente di ciò che mangiano. Questi mangerebbero in realtà tanto quanto gli altri ma sperimentando molto più spesso, soprattutto in relazione a mangiare, il senso di colpa. In sostanza, si tratta di persone continuamente preoccupate di fallire, che si privano coscientemente dei piaceri del cibo.

La ricerca si è svolta in tre studi che hanno seguito una procedura analoga. Decine di studentesse sono state invitate a un laboratorio per prendere parte a quella che pensavano fosse una degustazione di cibo per una catena di supermercati. Sono state lasciate sole per dieci minuti ad assaggiare un cibo ad alto e uno a basso contenuto calorico, come ad esempio patatine e frutta. Poi sono state interrogate sulle loro emozioni, compreso il senso di colpa, e sul loro atteggiamento nei confronti del cibo, tra cui la frequenza con cui sono a dieta e quanto spesso si preoccupano di quello che stanno mangiando.

I ricercatori hanno scoperto che i restrained eaters avevano mangiato tanto quanto gli altri partecipanti, sia in termini di quantità che di contenuto calorico; ciò che li differenziava era però lo stato emotivo sperimentato a seguito della degustazione, infatti questi si erano sentiti più colpevoli, soprattutto a causa della loro indulgenza nello sperimentare il cibo proposto.

I risultati sono insufficienti a stabilire una relazione causale tra l’essere un restrained eaters e il provare sensi di colpa, ma possono aiutarci a capire perché mangiatori più sobri tendono a soffrire di problemi psicologici e perché tendono a sviluppare abitudini alimentari problematicheSembra infatti che siano bloccati in un circolo vizioso in cui il senso di colpa successivo all’aver mangiato troppo probabilmente li incoraggia a rinnovare le loro promesse di sobrietà alimentare; il non riuscire a mantenerle rinforza il senso di colpa che sarà di volta in volta sempre più intenso.

Dato che il 45 % delle ragazze attualmente riferisce di essere a dieta, i ricercatori pensano che sia imperativo imparare di più sui restrained eaters e sugli esiti negativi del loro comportamento.

 

BIBLIOGRAFIA:

FONTE: http://www.stateofmind.it/2013/03/cibo-restrizione-alimentare-colpa/

Pubblicato in News
Giovedì, 08 Novembre 2012 15:04

Opportunità per le Scuole

Una Scuola Migliore è possibile! 
 
OfficinaDellaMente.com si impegna per questo al fianco di Dirigenti didattici,  Insegnanti ed Alunni.
 

Di seguito la vasta gamma dei servizi che i Professionisti di OfficinaDellamente.com propongono con successo da anni nelle Scuole di ogni ordine e grado:

 

1. Sportello d’Ascolto


2. Formazione Docenti: Disturbi dell’Apprendimento

 

3. Formazione DocentiWorkshop Autismo


3. Progetto Docenti, Genitori e Studenti: Prevenzione Tossicodipendenze


4. Progetto Alunni: Orientamento Scolastico


5. Progetto Alunni: Bullismo


6. Progetto Alunni Disabili. Progetto Alunni Stranieri: Integrazione


7. Progetto Alunni: Gestione del Conflitto

 

8. Disabilità: supportiamo la didattica e l'autonomia degli studenti disabili attraverso i nostri migliori AEC ed Assistenti Specialistici.

 

 

OfficinaDellaMente.com ha riscontrato che i cambiamenti più rilevanti di studenti e insegnanti vengono maturati in un arco di tempo che va dai 2 ai 6 mesi di progetto con una frequenza di 2-3 ore ogni 1-2 settimane.


Il costo indicativo del professionista che tiene il progetto è di 20€/ora. Tuttavia, per venire incontro alle esigenze finanziarie della Scuola, maggiore è il numero di ore utilizzate su una o più classi, maggiore sarà lo sconto applicato sul monte ore totale, fermo restando che i progetti di OfficinaDellaMente.com verranno strutturati in funzione dei bisogni, dei tempi e delle risorse economiche indicati dalla Scuola.


Così come la maggior parte dei progetti elencati vengono proposti da anni nelle scuole, altri sono ancora in fase di sviluppo (uso di internet, teatro dell’occulto, educazione alimentare, educazione socio-affettiva…) e qualcuno di questi è il frutto di richieste specifiche di alcune scuole, poiché OfficinaDellaMente.com crea soluzioni rispondendo operativamente alle richieste di ogni singola Scuola. Analizziamo il clima delle vostre classi anche attraverso strumenti tecnici quali test o questionari e, a seguito di un’attenta analisi, valutiamo e progettiamo un intervento personalizzato.

 

Per maggiori informazioni, compila il "modulo dei contatti" cliccando quì

Pubblicato in Servizi per le Scuole

Informazioni?

Se desideri maggiori informazioni sui nostri corsi o hai bisogno di una quotazione, inviaci una email. Ti risponderemo prestissimo! 

Invia e-mail...

Newsletter

Per ricevere notizie e informazioni da OfficinaDellaMente.com

Calendario Eventi

Informazioni?

Se desideri maggiori informazioni sui nostri corsi o hai bisogno di una quotazione, inviaci una email. Ti risponderemo prestissimo! 

Invia e-mail...

Scroll Up UA-25089555-1